Blog

8 – 9 Giugno 2019 Laboratorio di Danzamovimentoterapia

Il clima di gruppo è un aspetto fondamentale in tutti i contesti di condivisione, formazione, team building perchè mettersi in gioco e sperimentare le proprie possibilità di movimento e di espressione di sé, presuppone la fiducia di poter ricevere dal gruppo sostegno ed incoraggiamento non-giudicante. Un gruppo integrato è un gruppo all’interno del quale ciascuno occupa un posto, abita la sua porzione di spazio, con il riconoscimento del gruppo stesso e per questo diventa realmente matrice di crescita del singolo e della sua libera partecipazione.
Durante il laboratorio si esploreranno le varie declinazioni dello spazio gruppale non solo come luogo fisico, da occupare o percorrere attraverso il movimento, ma come terreno emozionale di avvicinamento progressivo all’altro. Saranno affrontate le varie declinazioni dello spazio intimo, prossima e distale; spazio personale e relazionale, spazio del sè e dell’incontro con l’altro fino a giungere alla creazione dello spazio gruppale.
Ai partecipanti saranno offerti spunti teorici e metodologici afferenti alla Biodanza sistema Toro per facilitare la creazione di relazioni di fiducia nell’ambito di setting gruppali e si affronteranno temi quali la modulazione progressiva della distanza, l’avvicinamento in feedback e, l’esplorazione del contatto con sè, con l’altro, con la totalità del gruppo.

Conduce Paola Gianuzzi, Psicoterapeuta, Operatrice di Biodanza

25 – 26 Maggio 2019 Laboratorio di Musicoterapia ed Espressione Corporea

Laboratorio esperienziale e formativo finalizzato a sperimentare il linguaggio espressivo corporeo ed esercitarsi nella consapevolezza della propria corporeità (Sé Corporeo) nella giornata di domenica, mentre il sabato verrà focalizzato il linguaggio sonoro-musicale – sia nella produzione che nell’ascolto musicale – per apprendere ed esercitarsi nell’improvvisazione nelle modalità più elementari ma anche più utili in musicoterapia

Conducono . Eleonora Morino, Musicoterapeuta
Juan Czerniawski, psicomotricista

18 – 19 Maggio 2019 Laboratorio di Musicoterapia Recettiva Integrata

Il laboratorio integra i princìpi della Musicoterapia Recettiva Analitica di N. Cattich con l’espressione arteterapica (stoffe colorate e lavoro grafico-artistico) focalizzandosi sul trattamento delle utenze con problematiche relative all’identità, e rivolgendosi in particolar modo ad Adolescenza, Personalità Borderline, Tossicodipendenze

Conduce: Dr Cattich Niccolo’, Responsabile scientifico CENTRO STUDI ART.ILE, Esperto in artiterapie, Psichiatria, Neurologo, Psicoterapeuta.

Curiosando sul logo di Artile

Curiosando….
ll nome “libellula” viene dal latino ‘libellum’, diminuitivo di liber ovvero libero. Da sempre, la libellula viene considerato un insetto magico grazie alle sue ali cangianti, alla forma esile e per la velocità con cui è in grado di volare e fuggire dai suoi predatori.
Secondo alcune tradizioni, la libellula è il simbolo della trasformazione e dei cambiamenti quotidiani, ma anche dell’introspezione che insegna ad andare oltre le apparenze per cercare la propria identità. Nella cultura europea, la libellula viene vista come simbolo di libertà, pace e ricerca della verità.
Con la sua trasformazione da larva a libellula, l’insetto rappresenta anche il passaggio dall’età infantile a quella adulta e quindi in un certo senso il superamento delle illusioni e l’acquisizione di consapevolezza ed equilibrio.

Le parole in musica…

“…Quindi le parole in musica sono come una barca in mezzo al mare, un veliero che solca l’oceano;mezzo di trasporto in balia della grande massa d’acqua portano un significato che solo la musica può decidere di avvalorare, e quanto più le parole la assecondano, tanto più arriveranno a destinazione.”
tratto da “La scomparsa dell’autore – Il libro oltre il libro – Niccolò Cattich, Carolina Gasparini

Lo sguardo nella relazione d’aiuto

Lo sguardo è tutto nella relazione d’aiuto.
Non è tanto l’osservazione attenta e l’analisi della comunicazione a far sì che l’aiuto si realizzi. Queste sono tra gli strumenti di base per muoversi quando non ci si sente davvero disponibili come operatori.
Perché ciò che fa la differenza è lo sguardo; l’ampiezza e la sincerità di uno sguardo che ascolta, che tocca, che comprende senza barriere ma anche senza confondere.
L ‘arteterapeuta è privilegiato nel realizzare questo tipo di Sguardo

13 Ottobre – 10 Novembre 2019 a Galzignano Terme (PD)

  Presentazione della nostra proposta informativa e formativa in Artiterapie Proponiamo due incontri seminariali in …

8 – 9 Giugno 2019 Laboratorio di Danzamovimentoterapia

Il clima di gruppo è un aspetto fondamentale in tutti i contesti di condivisione, formazione, team building perchè mettersi …

25 – 26 Maggio 2019 Laboratorio di Musicoterapia ed Espressione Corporea

Laboratorio esperienziale e formativo finalizzato a sperimentare il linguaggio espressivo corporeo ed esercitarsi nella consapevolezza …

Rimani Aggiornato Iscriviti Alla Newsletter